Fiandre: uomo recupera anello dopo aver promesso di trattar meglio la moglie

È senz’altro una strana avventura quella capitata a Claus, mercante nella città di Bruges e persona stimata dai suoi concittadini.

L’uomo è da pochi giorni tornato da un viaggio di pellegrinaggio di diversi mesi. Come tutti quelli che si avventurano in terre lontane, ha visto molte cose, ma una è forse la più straordinaria di tutti.

Questo inverno, mentre si trovava in visita a un monastero sul Monte Sinai, gli è capitato di perdere momentaneamente di vista gli altri pellegrini e trovarsi a tu per tu con una cicogna. Grande è stato il suo stupore quando il volatile ha cominciato a parlargli in lingua fiamminga.

“La cicogna mi ha detto di conoscere bene la città di Bruges e di passarci spesso l’estate” ha raccontato Claus. “Addirittura, mi ha detto dove è solita fare il nido, ed è a pochi metri da dove abito.”

La cicogna ha poi indicato a Claus in che direzione fossero andati i suoi compagni di viaggio, ma non prima di aver fatto qualcosa di ancora più sorprendente.

“Mi ha dato un anello che apparteneva a mia moglie, e che lei aveva perso alcune estati fa. Davvero, non credevo ai miei occhi.”

La cicogna però ha restituito l’anello a una condizione: che Claus promettesse di smettere di trattar male sua moglie, e di impedire che chiunque altro in casa la trattasse male.

“Da quando è tornato, Claus è un uomo diverso” racconta la moglie del mercante. “E la mia vita è totalmente cambiata. Prima, in questa casa contavo meno di zero. Se c’è una cosa che non si può dire di mio marito, è che non tenga fede alla parola data. Per molti anni ho subito molto senza osare reagire. Ora fatico a credere a quanto sono cambiate le cose. Spero che la cicogna torni a fare il suo nido vicino a casa nostra, e che mi dia modo di mostrarle la mia gratitudine.”

[Da “Les Evangiles des quenouilles”, come riportato in “From the Blond to the Beast” di Marina Warner]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *