giappone

Principe di Hizen, mistero svelato! Favorita posseduta da gatto-vampiro

Dopo lunghe settimane di tormenti, nella dimora del principe di Hizen è finalmente tornata la serenità di un tempo.

Negli ultimi giorni, erano girate diverse notizie parziali sulla situazione. Oggi, i consiglieri hanno finalmente raccontato alla stampa la versione completa.

Il punto di svolta è stato l’entrata del soldato semplice Ito Soda nel corpo di guardia del principe. Durante la prima notte in cui è stato di guardia, il giovane si è procurato una dolorosa ferita alla coscia per rimanere sveglio. Poco dopo, ha visto entrare nella stanza O Toyo, dama del principe e sua favorita, conosciuta da tutti per la sua bellezza e la sua grazia. La ragazza è uscita poco dopo, dicendo di aver voluto solo controllare le condizioni di salute del principe. 

O Toyo ha continuato a presentarsi nella stanza anche le notti successive. Il suo comportamento è apparso sospetto a Ito Soda. In particolare, la giovane pareva indispettita dal fatto che lui, a differenza delle altre guardie, non si fosse addormentato.

Dopo alcuni giorni e dopo essersi consultato con i consiglieri, Ito Soda ha deciso di affrontare la ragazza, recandosi nelle sue stanze. O Toyo si è inizialmente difesa dai suoi attacchi con un’alabarda, dimostrando una forza demoniaca che non poteva appartenere alla giovane donna. Ciò nonostante, Ito Soda è riuscito a tenerle testa fino al momento in cui, evidentemente preoccupata di poter avere la peggio, O Toyo non si è trasformata in un enorme gatto, che è poi fuggito dalla finestra. Le guardie che stavano all’esterno hanno cercato di impedirne la fuga, ma senza successo. Con ogni probabilità, il demone ha trovato rifugio da qualche parte sulle montagne.

Secondo il venerabile Ruiten, il demone deve aver ucciso la vera O Toyo poco prima che iniziasse la malattia del principe, impadronendosi del corpo della ragazza.

Nella dimora di Hizen, tutti sono addolorati per la morte della giovane. Tuttavia, è grande il sollievo per la sconfitta del demone.

“Se tutto è finito bene, lo dobbiamo all’incredibile coraggio e abnegazione del soldato Ito Soda” ha dichiarato il capo dei consiglieri. “E anche se stiamo ancora discutendo i dettagli, è certo che tale coraggio sarà ampiamente ricompensato, sia con un premio in denaro che con una promozione in rango.”

[4]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *