india

India, donna pronta a essere bruciata al rogo per infedeltà. Ma era stato il topo a creare false prove.

Momenti di tensione ieri nella regione di Kangra, nel nord dell’India.

Raju, giovane appartenente a una casta di commercianti, era in viaggio per affari quando, qualche giorno fa, aveva ricevuto dal padre notizie di un’infedeltà della moglie, Sello.

“Non riuscivo a crederci” racconta Raju. “Ho sposato Sello due anni fa e, anche se io sono spesso lontano da casa, è sempre stata una moglie perfetta, che mi ha sempre dimostrato grande rispetto e affetto.

Le notizie che giungevano da mio padre dicevano però che aveva senza ombra di dubbio una relazione illecita con un uomo della servitù. Mio padre diceva di aver trovato un anello di Sello nel letto di lui, e il berretto di lui nel letto di lei. Nella stessa lettera, diceva che aveva già predisposto tutto per bruciare Sello al rogo e aspettava solo il mio ritorno per eseguire la condanna. Come potete immaginare, ero molto turbato, ma cosa dovevo fare? Non avevo motivo per dubitare delle parole di mio padre e non potevo permettere che l’onore della famiglia venisse messo in discussione.”

Mentre era sulla via di casa, però, è successo qualcosa di inaspettato.

“Stavo percorrendo la strada che risale il fiume, quando mi sono imbattuto in alcune barchette che scendevano la corrente, di quelle che le donne mettono in acqua per i rituali del mese di Kartik” spiega Raju. “E una di quelle barchette si è messa a parlarmi, raccontando come erano andate realmente le cose.”

Secondo quanto raccontato dalla barchetta, tutto è iniziato quando il padre di Raju è tornato a casa con un melone e ha detto alla nuora di metterlo da parte per i giorni seguenti. Pare però che il melone avesse un profumo così dolce che Sello non è riuscita a resistere e ne ha mangiato un pezzetto. Il giorno dopo, quando il suocero le ha chiesto come mai mancasse un pezzo, non osando confessare, ha dato la colpa al topo che ogni tanto si vede aggirarsi per casa.

“Non avrebbe dovuto farlo” dice Raju. “I topi sono aiutanti del dio Ganesh e questo li rende creature molto orgogliose.” 

Pare infatti che il topo si sia risentito per le accuse infondate. Così, per vendicarsi, mentre tutti dormivano ha messo l’anello di Sello nel letto del servitore e il berretto del servitore in quello di Sello.

“Quando il giorno dopo mio padre si è accorto della cosa, ne ha tratto la conclusione più logica” dice Raju. “Ma il racconto della barchetta è di sicuro più in linea con il carattere di Sello. E poi, il fatto che un oggetto rituale abbia parlato è di sicuro un evento miracoloso volto a ristabilire la verità sulla menzogna.”

Raju si è affrettato a raggiungere il villaggio e chiarire il malinteso. Il padre è rimasto sconvolto nello scoprire la verità e, dopo essersi scusato con la nuora, ha ringraziato gli dei per avergli impedito di compiere un errore così tragico.

“Il problema” dice Tayi, una delle vecchie del villaggio. “È il modo in cui molte nuore devono vivere nella famiglia del marito. In molti casi, le ragazze non osano dire la loro su nulla, nemmeno, come in questo caso, per difendersi da accuse infondate. Sello ha sbagliato a mentire sul melone, ma non meritava di rischiare quello che ha rischiato.”

[15]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *