giappone

Giappone: ragazzo nato da nocciolo di pesco sconfigge orchi

C’è una famiglia, nelle montagne del Giappone, che è appena diventata eccezionalmente ricca.

Per anni i due, un taglialegna e sua moglie, hanno condotto una vita anonima e tranquilla. Poi, un giorno, mentre lavava i panni nel fiume, la donna ha notato una pesca che scendeva a valle trasportata dalla corrente.

L’ha raccolta e portata a casa per il marito; quando però questi l’ha tagliata in due per mangiarla, dentro vi ha trovato un minuscolo bambino che piangeva.

I due, già anziani e senza figli, l’hanno cresciuto, dandogli il nome di Momotaro (“primogenito del pesco”).

Una volta diventato grande, il bambino ha deciso di partire per cercare ricchezze nell’isola degli orchi. La madre adottiva gli ha allora dato un cestino pieno di polpette di miglio per il viaggio.

Durante il tragitto, Momotaro ha incontrato, nell’ordine, una scimmia, un fagiano e un cane. A tutti e tre ha dato una polpetta e tutti e tre hanno in cambio accettato di aiutarlo nella sua impresa.

Una volta all’isola degli orchi, il fagiano è volato sopra la porta del castello, la scimmia si è arrampicata sulle mura, il cane ha aiutato Momotaro a forzare la porta. I quattro sono così riusciti a conquistare il castello, mettere gli orchi in fuga e appropriarsi dei loro tesori.

Ora, Momotaro è tornato a casa; grazie a lui, i suoi genitori possono godersi una serena vecchiaia di agi dopo una vita di duro lavoro.

[4]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *