coyote

America: Volpe denuncia Coyote per truffa

Viene dalle praterie del Nord America, territorio Hopi, la denuncia di quello che sembra l’ennesimo colpo di uno dei truffatori più famosi di tutto il continente, Coyote.

La vittima, Volpe, racconta di aver catturato un cane delle praterie e di averlo messo a cuocere sotto uno strato di ceneri. Stanco dopo la caccia, aveva poi deciso di schiacciare un pisolino, nell’attesa che il pasto fosse pronte.

Quando si è svegliato, si è ritrovato con la bocca sporca di grasso. Subito, ha controllato sotto le ceneri e scoperto che la carne era sparita.

“Per un attimo, ho pensato di averla mangiata ed essermene poi dimenticato, forse addirittura durante il sonno” racconta Volpe “Mi ero appena svegliato, ero un po’ stordito. Poi, però, mi sono reso di avere ancora lo stomaco vuoto e che doveva quindi esserci un’altra spiegazione.

Ho sospettato subito di Coyote. Non è la prima volta che mi tira scherzi del genere e nei giorni precedenti l’avevo visto aggirarsi in zona.”

Subito, Volpe si è messo a correre, sulle tracce del truffatore.

Una seconda beffa

Volpe ha trovato Coyote non molto lontano, appoggiato a un grosso masso inclinato. Subito, l’ha accusato di aver mangiato il cane della prateria che lui aveva catturato, ma Coyote ha negato.

“Ha detto che stava reggendo il masso, che rischiava di cadere e schiacciarci entrambi” dice ancora Volpe. “In effetti, mi ero avvicinato anch’io, e il masso faceva abbastanza impressione. E poi, quell’imbroglione ha un modo speciale di parlare, ed è riuscito a confondere la mia mente. Mi ha convinto a reggere io il masso mentre lui andava a cercare un tronco da incastrare sotto per tenerlo su. Solo quando Coyote si è allontanato mi sono reso conto che il masso era in realtà perfettamente stabile.”

Purtroppo, per allora Coyote era già fuggito lontano. Volpe non è più stato in grado di rintracciarlo, ma si dichiara deciso ad avere prima o poi la sua vendetta.

[7]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *