africa

Africa: grande paura per un guerriero nella tana di Lepre. Ma era solo un bruco

Momenti di grande confusione ieri, nella foresta africana. Tutto è cominciato quando Lepre, tornando alla sua tana, ha notato una strana striscia sul terreno che portava all’interno.

“Ho capito subito che qualcuno si era introdotto nella mia tana” racconta Lepre. “Da fuori, ho chiesto chi fosse. Mi ha risposto una voce che non conoscevo, presentandosi come un grande guerriero del Paese-che-non-esiste; ha detto di essere solito schiacciare il rinoceronte e ballare sul corpo dell’elefante. Io mi sono spaventato. In fondo, sono solo una lepre, un animale debole. Ho cominciato a cercare aiuto.”

Il primo a cui Lepre si è rivolto è stato Sciacallo. Ma anche lui, sentendo che dentro la tana si trovava un guerriero invincibile, non ha avuto il coraggio di entrare ad affrontarlo. Scene simili si sono ripetute con Rinoceronte ed Elefante.

“Ero ormai rassegnato, quando ho incontrato Rospo e gli ho raccontato la mia disgrazia” dice Lepre. “E lui, sebbene molto più piccolo e debole degli altri, ha voluto aiutarmi. È entrato nella mia tana, deciso ad affrontare il misterioso guerriero.”

Di guerriero invincibili non ce n’era però nessuno. Nella tana Rospo ha trovato solo un bruco, rannicchiato in un angolo e spaventato.

“Aveva paura che, ora che il suo inganno era stato scoperto, gli avremmo fatto fare una brutta fine. Ma, in fondo, tutto è bene quel che finisce bene. Rospo si è messo a ridere e adesso si diverte a prendere in giro Sciacallo, Rinoceronte ed Elefante. Alla fine, ha anche deciso di prendere il bruco sotto la sua protezione.”

[1]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *